Letto maledetto

E quindi sono andata dal medico a pregarlo di prescrivermi dei sonniferi che la notte non dormo ma lei no, non me li ha dati.
Quindi a letto continuo a fare incontri strani, più che altro con amori perduti e più o meno dimenticati. Qualcuno lo odio, gli piango addosso e poi lo bacio ma no, lo odio comunque, meglio pensare a quell’altro che anche se è perso lo amo ancora, e appunto lo amo ancora quindi fa troppo male e mi giro sull’altro lato del cuscino. Ma in questo lato del cuscino una volta ci stava lui e mioddio se ci stava bene, meglio non pensarci, ma come faccio a non pensarci se la sua testa poggiava dove ora si rigira la mia? Eppure lui dormiva quindi non è il letto ad essere maledetto. Dormiva e dormiva bene, e io dormivo bene sul suo petto.
Maledetto letto che ogni notte mi fai ricordare quello che ho perso, maledetto che sei la culla dei ricordi ma non del mio dormire.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s